Condizioni generali di vendita per il settore commerciale

Raccomandazione non vincolante emessa dalla Camera austriaca dell'economia, settore commercio, per i rispettivi membri della Camera dell'economia

2003

I Validità

Le forniture, i servizi e le offerte della nostra azienda sono disciplinati dalle presenti condizioni di vendita; eventuali condizioni diverse o contrarie del cliente non vengono riconosciute se non previa esplicita conferma da parte nostra. Eventuali azioni da noi svolte al fine di adempiere agli obblighi contrattuali non implicano l'accettazione di condizioni divergenti dalle nostre. Le presenti condizioni di vendita hanno inoltre il valore di accordo quadro per tutti gli altri negozi giuridici tra le parti contraenti.

II Conclusione del contratto

L'offerta di contratto da parte del cliente necessita di conferma d'ordine. Anche la spedizione della merce ordinata dal cliente determina la conclusione del contratto. Per le offerte a noi rivolte, l'offerente è tenuto a garantirci una tempistica commisurata, di almeno 8 giorni, dalla data di arrivo dell'offerta stessa.

III Prezzi

Ove non diversamente indicato, tutti i nostri prezzi sono da intendersi IVA esclusa. Nel caso in cui il costo del lavoro dovesse cambiare a seguito di disposizioni dei contratti collettivi di settore oppure di disposizioni interne all'azienda, oppure in caso di variazione di altre voci di costo rilevanti per il calcolo o per la prestazione di servizi (ad es. materiali, energia, trasporti, lavori di terze parti, finanziamenti, ecc.), siamo autorizzati ad aumentare ovvero adeguare i nostri prezzi. Il punto III non si applica alle vendite al consumatore.

IV Condizioni di pagamento, interessi di mora

Salvo diversa indicazione, i pagamenti devono essere eseguiti contestualmente, in contanti, alla consegna della merce. Per eventuali sconti è necessario un previo accordo specifico. In caso di ritardato pagamento, anche mediante rateazione, gli eventuali accordi per l'applicazione di sconti vengono annullati. I pagamenti dei clienti si considerano saldati al momento dell'accredito del relativo importo sul nostro conto. In caso di ritardo nel pagamento da parte del cliente siamo autorizzati, a nostra discrezione, a richiedere l'indennizzo per l'effettivo danno subito oppure gli interessi di mora al tasso di legge. La nostra azienda è autorizzata, in caso di ritardato pagamento da parte del cliente, ad applicare interessi composti a partire dal giorno di consegna della merce.

V Recesso dal contratto

In caso di ritardo nell'accettazione (punto VII) o altro motivo importante, come ad esempio fallimento del cliente o rigetto dell'istanza di fallimento per carenza di sostanze, nonché in caso di ritardo nel pagamento da parte del cliente, siamo autorizzati a recedere dal contratto, nella misura in cui il contratto stesso non sia ancora stato adempiuto da entrambe le parti. In caso di recesso a seguito di colpa del cliente possiamo a nostra discrezione scegliere se richiedere un indennizzo forfettario del 15% dell'importo lordo della fattura oppure il risarcimento del danno effettivamente subito. In caso di ritardo nel pagamento da parte del cliente noi siamo completamente esonerati da tutti gli ulteriori obblighi in termini di consegne e prestazioni e siamo autorizzati a trattenere eventuali consegne e prestazioni in sospeso e a richiedere pagamenti anticipati ovvero garanzie oppure a recedere dal contratto dopo fissazione di adeguato termine supplementare. Nel caso in cui il cliente decida di recedere dal contratto - non essendone autorizzato - oppure ne richieda l'annullamento, noi possiamo scegliere di insistere sull'adempimento del contratto oppure di acconsentire all'annullamento del contratto stesso; nell'ultimo caso il cliente è tenuto a corrispondere, a nostra discrezione, un indennizzo forfettario pari al 15% dell'importo lordo della fattura oppure il risarcimento del danno effettivamente subito. In caso di conclusione del contratto a distanza (artt. 5a e segg. della legge sulla tutela dei consumatori) il consumatore può recedere dal contratto entro 7 giorni lavorativi (il sabato non è considerato giorno lavorativo). Tale periodo inizia con il giorno di arrivo della merce presso il consumatore ovvero, nel caso di servizi, con il giorno di conclusione del contratto. È sufficiente inviare la dichiarazione di recesso entro tale termine. Se il consumatore recede dal contratto ai sensi di questa disposizione, egli dovrà sostenere i costi di reso della merce; se per il contratto è stato istituito un credito, il consumatore stesso dovrà inoltre sostenere i costi di autenticazione delle firme - ove necessaria - nonché i diritti (imposte) per la concessione del credito. In caso di servizi la cui prestazione inizia per contratto entro 7 giorni lavorativi dalla conclusione del contratto stesso, il recesso non è possibile.

VI Spese di diffida e incasso

Il partner contrattuale (cliente) si impegna, in caso di ritardato pagamento, a corrispondere al creditore le spese di diffida e incasso, nella misura in cui tali costi siano necessari per il perseguimento legale dello scopo; in particolare il cliente si impegna a rimborsare al massimo i compensi dell'agenzia di recupero crediti incaricata, così come stabiliti dal Regolamento del BMwA (Ministero federale degli affari economici) sui tassi massimi dei compensi degli istituti di recupero crediti. Se il creditore esegue in proprio le azioni di diffida, il debitore si impegna a corrispondere per ogni diffida eseguita un importo pari a 10,90 € nonché un importo semestrale pari a 3,63 € per la documentazione del rapporto creditorio.

VII Fornitura, trasporto, ritardo di accettazione

I nostri prezzi non comprendono costi di consegna, montaggio o installazione. Su richiesta, però, possiamo prestare, ovvero organizzare tali servizi dietro pagamento separato. In tal caso addebiteremo per il trasporto e la consegna gli effettivi costi sostenuti, aggiuntivi di un adeguato supplemento per le spese amministrative, comunque almeno le spese e i compensi di trasporto vigenti o usuali a far data del giorno della consegna, per il tipo di trasporto scelto. I lavori di montaggio vengono calcolati a tempo, considerando un compenso orario di manodopera usuale per il settore. Se il cliente non ha accettato la merce nelle modalità concordate (ritardo di accettazione), e dopo la fissazione di un termine supplementare non andato a buon fine, siamo autorizzati a stoccare la merce presso la nostra struttura, applicando una tassa di giacenza pari allo 0,1% dell'importo lordo della fattura per giorno di calendario iniziato, oppure a immagazzinarla presso un magazzino commerciale autorizzato, a spese e a rischio del cliente. Contemporaneamente siamo autorizzati a insistere sull'adempimento del contratto oppure, dopo fissazione di un adeguato termine supplementare (almeno 2 settimane), a recedere dal contratto e disporre diversamente della merce.

VIII Termini di consegna

Siamo tenuti all'esecuzione della prestazione solo nella misura in cui il cliente abbia adempiuto a tutti i suoi obblighi necessari per l'esecuzione stessa, con particolare riferimento a tutti i dettagli tecnici e contrattuali, le operazioni preliminari e azioni preparatorie. Siamo autorizzati a superare i termini concordati e le scadenze di consegna, fino a un massimo di una settimana. Solo dopo la scadenza di tale termine, dopo fissazione di un adeguato termine supplementare, il cliente può recedere dal contratto.

IX Luogo di adempimento

Il luogo di adempimento è la sede della nostra azienda.

X Variazione minima della prestazione

Fatta eccezione per le vendite al consumatore, eventuali variazioni minime - o comunque accettabili per il cliente - ai nostri obblighi di fornitura o prestazione vengono considerate ammesse. Questo si applica in particolare alle variazioni oggettive (ad es. misure, colori, aspetto del legno e del piallaccio, venatura e struttura, ecc.).

XI Indennizzo

Si esclude qualsiasi tipo di indennizzo in casi di negligenza lieve. Questo non riguarda i danni alle persone né, nel caso delle vendite al consumatore, i danni a oggetti consegnati per la lavorazione. Il sussistere di negligenza, lieve o grave, deve essere dimostrato dal danneggiato, fatta eccezione per le vendite al consumatore. Fatta eccezione per le vendite al consumatore, il termine di prescrizione dei diritti al risarcimento è di tre anni dal passaggio del rischio. Le disposizioni qui contenute o diversamente concordate sull'indennizzo si applicano anche quando la richiesta di risarcimento viene effettuata parallelamente a o al posto di una richiesta di garanzia. Prima del collegamento o del trasporto di prodotti informatici ovvero prima dell'installazione di programmi informatici il cliente è tenuto a salvaguardare in misura sufficiente i dati presenti sul dispositivo, in caso contrario egli sarà ritenuto responsabile dell'eventuale perdita dei dati nonché di tutti gli eventuali danni consequenziali.

XII Responsabilità del produttore

Le richieste di risarcimento ai sensi dell'art. 12 della Legge sulla responsabilità del produttore sono escluse, fatti salvi i casi in cui il richiedente dimostri che il difetto sia stato causato da parte nostra, e sia la conseguenza di una negligenza almeno di livello grave.

XIII Riserva di proprietà e rivendicazione della stessa

Tutte le merci vengono fornite con riserva di proprietà e rimangono di nostra proprietà fino al completo pagamento delle stesse. Nella rivendicazione della riserva di proprietà rientra il recesso dal contratto solo se questo viene espressamente dichiarato. In caso di ritiro della merce siamo autorizzati ad addebitare le rispettive spese di trasporto e manipolazione. In caso di accesso da parte di terzi alla merce in riserva di proprietà, in particolare in caso di pignoramento, il cliente è tenuto a dichiarare la nostra proprietà e a informarci tempestivamente. Se il cliente è un consumatore o comunque non un imprenditore, la cui attività preveda il commercio delle merci da noi acquistate, egli non potrà disporre delle merci in riserva di proprietà fino al completo pagamento del prezzo d'acquisto dovuto per dette merci, in particolare non potrà venderle, impegnarle, regalarle né prestarle. Il cliente si assume il pieno rischio per la merce in riserva di proprietà, in particolare per il pericolo d deterioramento, perdita o degrado.

XIV Cessione del credito

In caso di fornitura in riserva di proprietà il cliente ci cede in pagamento già da ora i suoi crediti nei confronti di terzi, nella misura in cui tali crediti derivino da alienazione o trasformazione delle nostre merci, fino al pagamento finale dei nostri crediti. Su richiesta, il cliente è tenuto a indicarci il proprio acquirente e a informare quest'ultimo della cessione. La cessione deve essere registrata nei libri contabili, in particolare nell'elenco delle posizioni aperte e resa evidente all'acquirente su bolle di consegna, fatture, ecc.. Se il cliente è in ritardo con i pagamenti nei nostri confronti, i suoi proventi dalle vendite devono essere tenuti separati, e il cliente potrà solo detenerli a nostro nome. Tutti gli eventuali diritti nei confronti di assicuratori sono a noi già da adesso ceduti ai sensi dell'art. 15 della Legge sul contratto di assicurazione. I crediti nei nostri confronti non possono essere ceduti senza previo nostro espresso consenso.

XV Ritenuta

Fatta eccezione per le vendite al consumatore, in caso di reclamo giustificato - tranne nei casi di annullamento - il cliente è autorizzato a trattenere solo una parte adeguata dell'importo lordo della fattura e non l'importo intero.

XVI Diritto applicabile, foro competente

Si applica il diritto austriaco. L'applicabilità del diritto di compravendita internazionale (convenzione ONU) è espressamente esclusa. Il contratto viene redatto in lingua tedesca. Le parti concordano sulla competenza giurisdizionale nazionale austriaca. Fatta eccezione per le vendite al consumatore, per tutte le controversie derivanti dal presente contratto il foro competente è il tribunale di competenza territoriale nell'area della sede della nostra azienda.

XVII Protezione dei dati, modifica dell'indirizzo e diritto d'autore

Il cliente dichiara il suo consenso a che anche i dati personali contenuti nel contratto di acquisto, in ottemperanza al presente contratto, vengano da noi memorizzati ed elaborati in modo automatizzato. Il cliente è tenuto a renderci note eventuali modifiche del suo indirizzo di domicilio o professionale, nella misura in cui il negozio giuridico oggetto del contratto non sia stato concluso da entrambe le parti. In caso di assenza di tale informazione, le comunicazioni inviate all'ultimo indirizzo noto verranno considerate come ricevute. Progetti, bozze o altri documenti tecnici, così come campioni, cataloghi, prospetti, illustrazioni e simili rimangono sempre nostra proprietà intellettuale; il cliente non ha su tale materiale alcun diritto reale o di utilizzazione di alcun tipo.